Prêt-à-l'emploi

Cera di soia in pastiglie (non OGM)

  • Origine Europa
  • Riciclabile
  • 100% origine vegetale

La cera di soia è l'ingrediente preferito per realizzare candele naturali. Il suo basso punto di fusione e le sue proprietà emollienti la rendono ideale per le candele da massaggio. La tonalità bianca permette di scegliere liberamente il colore delle candele. Questa "cera" è ottenuta da semi di soia garantiti senza OGM e coltivati in Europa, e si presenta in pellet, rendendola molto facile da dosare e rimuovere. ... Leggi di più

7

,95

Prezzo al kg = 15.9€

Caratteristiche

Proprietà

Utilizzi

In pratica

Precauzioni

Caratteristiche

Qualità

100% di origine vegetale, da soia non-OGM

Metodologia

Idrogenazione dell'olio di soia

Paese d'origine

Europa

Designazione INCI

Olio di soia idrogenato

Composizione

L'olio di soia idrogenato dona una texture solida. La cera di soia non è realmente una "cera", poiché non contiene esteri cerosi.

Presentazione

Solido ceroso bianco dall'odore neutro, presentato in compresse confezionate in buste doypack.

Proprietà

  • La si può utilizzare per realizzare candele bianche facili da colorare

  • Produce una superficie liscia e lucida

  • Buona adesione al vetro che può essere migliorata con l'aggiunta di piccole dosi di burri o altri grassi

  • Non si ritira, non si cristallizza con il raffreddamento

  • Nessun cattivo odore in combustione o dopo lo spegnimento

  • Produce una fiamma molto modesta

  • Proprietà cosmetiche : filmogeno, nutriente, emolliente e protettivo per la pelle

Utilizzi

  • Candele per massaggio

  • Candele classiche

  • In aggiunta a balsami e burri per massaggio

Scopri la nostra scheda informativa "Le candele" per imparare a creare le tue candele fatte in casa

In pratica

Dose secondo le necessità

può essere utilizzato puro o in miscela

Insolubile in acqua

Temperatura di scioglimento

40-52°C

Solubile nell'olio

Da disciogliere in fase oleosa a caldo

Utilizzo nei cosmetici fai-da-te

Balsamo, stick, crema e latte, candela, sapone

  • Utilizzala da sola per realizzare candele in maniera molto semplice.

  • Si può combinare con burri, oli vegetali, acido stearico... per realizzare tutti i tipi di candele, in particolare quelle da massaggio, o nei balsami.

  • Mescolandola con altre cere, in particolare cera d'api gialla o cera di mimosa, si ottiene un profumo delizioso.

  • Si può aggiungere ai burri da massaggio.

1

Sciogli la cera a bagnomaria con gli altri ingredienti della fase oleosa. Riscalda la cera a una temperatura compresa tra 65°C e 75°C. Non surriscaldare la cera (oltre i 95°C)

2

Per ottenere risultati ottimali, versa la miscela quando la temperatura è compresa tra 65 e 75°C. Il bicchiere o il contenitore della candela devono essere a temperatura ambiente.

3

Lascia raffreddare la candela a temperatura ambiente per almeno 12 ore prima di utilizzarla per garantire una cristallizzazione ottimale della cera.

NB: rispetto alla nostra vecchia qualità di cera di soia, questa nuova qualità impiega un po' più di tempo a indurire ma, per una presa ottimale e una buona consistenza della candela, non deve essere messa in frigorifero o in freezer, bensì lasciata raffreddare per almeno 12 ore a temperatura ambiente.

Precauzioni

Conservazione

Conservare a temperatura ambiente lontano da umidità e luce.

  • Tenere fuori dalla portata dei bambini, non ingerire, evitare il contatto con gli occhi.

  • Fare attenzione a non scottarsi quando si maneggia la cera fusa.

Avviso

Ottimo prodotto

R

Molto duttile e versatile

F
  • Left-facing arrow
  • 1
  • Right-facing arrow

Equivalenze

Oli Essenziali

1 ml = circa 35 gocce (con i nostri contagocce Aroma-Zone)

Oli vegetali

1 erogazione (pompetta in alluminio Aroma-Zone) = 0,15 ml circa

Conversione massa/volume (per un liquido)

Massa (g) = Densità x Volume (ml) a 20°C

Ulteriori informazioni

1 cucchiaino colmo = tra 3 e 4,5 ml

1 cucchiaio colmo = tra 7,5 e 10 ml

Tuttavia, queste corrispondenze in cucchiai dipendono da molti fattori (viscosità del liquido, temperatura, profondità e dimensione del cucchiaio, comportamento reologico del liquido, ecc.) e consigliamo vivamente di usare strumenti di misurazione precisi (provette graduate, pipette graduate, bilancino di precisione).

Inizio pagina Torna all'inizio della pagina